Metodi

Ci piace la contaminazione di idee, la sinergia fra conoscenze ed esperienze diverse. Utilizziamo approcci e strumenti che provengono da campi disciplinari diversi: scienze organizzative e scienze cognitive, ACT, psicologia positiva e di comunità, antropologia, lean thinking, pensiero sistemico. Ci piace apprendere gli uni dagli altri. Ci piace apprendere dai clienti, ci piace creare valore attraverso l’apprendimento continuo.

Il nostro approccio facilita le persone e le organizzazioni a ritrovare in sé, e nel proprio gruppo, le risorse per realizzare cambiamenti desiderabili, duraturi e sostenibili.

EMPOWERMENT

“Rendere possibile l’impensabile, pensare l’impossibile come sfida praticabile”

Empowerment non è filosofia. È una strategia manageriale e uno strumento di sviluppo organizzativo. Un approccio centrato sulla persona improntato alla “costruzione di fiducia” e alla responsabilità, alla consapevolezza delle proprie risorse e al loro impiego ottimale.

Empowerment è una fonte di Benessere e di Resilienza, e una leva di engagement che trasforma il dovere in volere e il sapere in potere.

EMPOWERMENT SIGNIFICA AUTONOMIA E RESPONSABILITÀ, AUTO-ORGANIZZAZIONE E INIZIATIVA, AGIRE OLTRE IL RUOLO, ESPRIMERE IN PIENO LE PROPRIE POTENZIALITÀ.

È un approccio utile in aziende dove dipendenti abituati ad eseguire i compiti, si trovano di colpo a dover cambiare approccio al ruolo. A pensare per obiettivi. Ad essere proattivi e propositivi. Sistemici e strategici. Orientati al cliente. A fare network. Ad apprendere velocemente nuovi modelli mentali e nuove competenze. E non è facile. Per riuscirci occorre ripensare i modelli di leadership, lavorare con le persone per generare fiducia nelle loro potenzialità, per attivare pensiero innovativo, per co-generare soluzioni che accrescono il loro potere più grande: la capacità di cambiare, salvaguardando la propria identità e il proprio benessere.

Le nostre risorse

Assessment empowerment oriented

Coaching e Counseling empowerment oriented

Teambuilding empowerment oriented

Project team empowerment oriented

Empowerment game

ETNOGRAFIA ORGANIZZATIVA

“Guardare la realtà dal punto di vista di chi la vive, per sintonizzare l’intervento su chi lo accoglie”

Analizzare la cultura organizzativa, prima o durante una transizione difficile, permette di conoscerne l’impatto sulle persone per attivare cambiamenti sostenibili e sostenuti dal basso. L’obiettivo è salvaguardare abitudini e valori di ieri ancora utili oggi, e ancorarli al nuovo, generando sinergie e nuovi equilibri. Far emergere le conoscenze tacite rendendole esplicite e condivise, affinché siano riflettute e rese operative. Riconoscere ciò che dà senso al lavoro del vostro team e promuoverlo. Ma è un approccio utile anche nell’avviare progetti di consolidamento dell’identità aziendale, per valorizzare un patrimonio di conoscenze o una storia imprenditoriale.

è UN METODO PER ENTRARE IN SINTONIA CON IL CONTESTO IN CUI SI INTERVIENE E GENERARE CAMBIAMENTI COMPATIBILI CON LA CULTURA ORGANIZZATIVA E CON LE PERSONE.

Lo abbiamo adottato con successo in organizzazioni militari ancorate ad una solida tradizione, per riconfigurare le competenze negli scenari discontinui del nuovo millennio. Nell’accompagnare il difficile transito di organizzazioni complesse da Enti a SpA, o in stabilimenti dove il management doveva affrontare cambiamenti dirompenti nei metodi di lavoro. È un approccio ancora più utile oggi che la globalizzazione rimescola culture e identità, generando resistenze e disorientamento, spazzando via, talvolta inconsapevolmente, interi patrimoni aziendali.

Le nostre risorse

Survey sulla cultura organizzativa

Interviste etnografiche e focus group

Analisi di storie organizzative

Osservazione partecipante

Viaggio etnografico

CONSULENZA DI PROCESSO

“Il problema e la soluzione appartengono al cliente, ma come innescare l’insight per la soluzione è compito del consulente”

Talvolta i consulenti adattano il problema a soluzioni precostituite. Noi portiamo il cliente ad attingere alle proprie risorse sino a rendersi autonomo dal consulente. Questo approccio rende il cliente il miglior utilizzatore delle proprie abilità. E lo fa attraverso domande strategiche che consentono di entrare in sintonia con lui e con il suo contesto di riferimento.

CONSULENZA DI PROCESSO SIGNIFICA AIUTARE LA PERSONA AD AIUTARSI, POICHE’ NESSUNA SOLUZIONE È PIÙ SODDISFACENTE DI QUELLA CHE VIENE DA SÉ STESSI.

Adottiamo quest’approccio perché crediamo che solo chi vive nell’organizzazione è in grado di conoscerla a fondo e di sapere cosa può funzionare nella loro cultura. I capi talvolta intuiscono le soluzioni, ma non sempre possiedono gli strumenti per tradurre le intuizioni in chiari concetti operativi. Il consulente porta persone e team a scoprire ciò che loro non sanno, e a sapere ciò di cui hanno bisogno per fare ciò che non hanno ancora fatto. Una corretta analisi del problema fa emergere i pregiudizi e le rigidità che impediscono di vedere la soluzione, e talvolta persino il problema. Il processo di consulenza è un incubatore di stimoli generativi che attivano l’insight del cliente, guidandolo verso la soluzione che possedeva già senza saperlo.

Le nostre risorse

Coaching e counseling sistemico

Facilitazione di gruppi di lavoro

Problem-solving strategico